Depressione

Un aiuto dalla Psicoterapia

Attraverso l’esperienza della relazione terapeutica, il terapeuta agevolerà un percorso di presa di coscienza e di consapevolezza rispetto al riconoscimento e all’espressione dei propri bisogni spesso trascurati da chi presenta una sintomatologia depressiva, inoltre è importante accompagnare la persona, attraverso un graduale e talvolta lento movimento, ad uscire dalla situazione di ritiro nella quale quest’ultima si è rifugiata.

Questi primi passi possono aiutare a riprendere contatto con una relazione con l’altro in una modalità di primo confronto almeno con il terapeuta, agevolando successivamente un contatto con gli altri in maniera chiara e consapevole, assumendosi anche il rischio della perdita e della frustrazione.

Un altro aspetto significativo è far sperimentare alla persona in una co-costruzione con il terapeuta un nuovo modo di incanalare le energie, che possono non essere direzionate verso uno specifico obbiettivo, e che, anche a livello corporeo risultano bloccate ed in alcuni casi inattive manifestandosi in apatia e mancanza di attivazioni di qualsiasi tipo.

Per agevolare un contatto con i propri livelli emotivi, fisici ed immaginativi il terapeuta utilizzerà delle tecniche che agiscono sia sul livello corporeo, che aiuteranno la persona a focalizzare in maniera più consapevole le proprie sensazioni fisiche e su cosa sente, con particolare attenzione a momenti di rilassamento muscolare integrandoli con fantasie guidate che, nel tempo, daranno modo di iniziare di nuovo a pensare ad un futuro talvolta visto nebuloso e privo di attrattive.

E’ importante sottolineare di quanto questi aspetti sintomatologici siano per la persona estremamente delicati ed accompagnati da molta sofferenza, la psicoterapia, può rappresentare un percorso di aiuto valido e significativo, dove in un contesto protetto ed accogliente la persona può ritrovare, nella relazione con il terapeuta, aspetti di sé, dei propri bisogni ed emozioni e della propria unicità e bellezza.

Cos’è la Depressione?

La sintomatologia depressiva e l’umore depresso sono tra le cause più frequenti di disagio nella popolazione e l’OMS stima che nel 2030 sarà la malattia più diffusa nel mondo.

A tutti è capitato un momento nella vita in cui si possono presentare una mancanza di energie, una tendenza a dormire di più oppure insonnia, ritiro sociale, perdita di interesse verso ciò che prima procurava piacere, una diminuzione o un aumento dell’appetito, sentire di non avere speranze per un qualcosa di futuro, variazioni di peso, o difficoltà di concentrazione.

Se uno o più di questi sintomi permangono per poco tempo, può trattarsi di un momento di grande stress o fatica, che con il passare dei giorni può risolversi in maniera spontanea concedendosi del tempo per sè stessi, dedicandosi ad attività piacevoli o prendendosi una vacanza.

Ma cosa succede se persistono per mesi o in alcune situazioni per anni e cosa fare se la malinconia e la tristezza diventano compagne quotidiane, tanto da far ridurre e cambiare nettamente la propria qualità di vita, la propria voglia di stare con gli altri, l’interesse nelle proprie passioni?

Cos’è la Depressione?

La sintomatologia depressiva e l’umore depresso sono tra le cause più frequenti di disagio nella popolazione e l’OMS stima che nel 2030 sarà la malattia più diffusa nel mondo.

A tutti è capitato un momento nella vita in cui si possono presentare una mancanza di energie, una tendenza a dormire di più oppure insonnia, ritiro sociale, perdita di interesse verso ciò che prima procurava piacere, una diminuzione o un aumento dell’appetito, sentire di non avere speranze per un qualcosa di futuro, variazioni di peso, o difficoltà di concentrazione.

Se uno o più di questi sintomi permangono per poco tempo, può trattarsi di un momento di grande stress o fatica, che con il passare dei giorni può risolversi in maniera spontanea concedendosi del tempo per sè stessi, dedicandosi ad attività piacevoli o prendendosi una vacanza.

Ma cosa succede se persistono per mesi o in alcune situazioni per anni e cosa fare se la malinconia e la tristezza diventano compagne quotidiane, tanto da far ridurre e cambiare nettamente la propria qualità di vita, la propria voglia di stare con gli altri, l’interesse nelle proprie passioni?

Depressione

Un aiuto dalla Psicoterapia

Attraverso l’esperienza della relazione terapeutica, il terapeuta agevolerà un percorso di presa di coscienza e di consapevolezza rispetto al riconoscimento e all’espressione dei propri bisogni spesso trascurati da chi presenta una sintomatologia depressiva, inoltre è importante accompagnare la persona, attraverso un graduale e talvolta lento movimento, ad uscire dalla situazione di ritiro nella quale quest’ultima si è rifugiata.

Questi primi passi possono aiutare a riprendere contatto con una relazione con l’altro in una modalità di primo confronto almeno con il terapeuta, agevolando successivamente un contatto con gli altri in maniera chiara e consapevole, assumendosi anche il rischio della perdita e della frustrazione.

Un altro aspetto significativo è far sperimentare alla persona in una co-costruzione con il terapeuta un nuovo modo di incanalare le energie, che possono non essere direzionate verso uno specifico obbiettivo, e che, anche a livello corporeo risultano bloccate ed in alcuni casi inattive manifestandosi in apatia e mancanza di attivazioni di qualsiasi tipo.

Per agevolare un contatto con i propri livelli emotivi, fisici ed immaginativi il terapeuta utilizzerà delle tecniche che agiscono sia sul livello corporeo, che aiuteranno la persona a focalizzare in maniera più consapevole le proprie sensazioni fisiche e su cosa sente, con particolare attenzione a momenti di rilassamento muscolare integrandoli con fantasie guidate che, nel tempo, daranno modo di iniziare di nuovo a pensare ad un futuro talvolta visto nebuloso e privo di attrattive.

E’ importante sottolineare di quanto questi aspetti sintomatologici siano per la persona estremamente delicati ed accompagnati da molta sofferenza, la psicoterapia, può rappresentare un percorso di aiuto valido e significativo, dove in un contesto protetto ed accogliente la persona può ritrovare, nella relazione con il terapeuta, aspetti di sé, dei propri bisogni ed emozioni e della propria unicità e bellezza.

Contattami

w

Pre-colloquio telefonico

Prenota un appuntamento

1° sessione gratuita

Scrivimi

Compila il form per richiedere informazioni o prenotare un appuntamento presso il mio studio.

3 + 14 =

emanuela.venanzoni@gmail.com

Via Duccio di Buoninsegna, 22 - Roma Eur

+393472104183

Studio Roma Eur
Via Duccio di Buoninsegna 22

Tel. +393472104183
P.IVA 124571004

Privacy Policy Cookie Policy

Social